Tra il 2014 e il 2015 è emersa in tutta la sua prepotente forza la necessità per le aziende di tutto il mondo di dotarsi di forti ed innovativi programmi a sorgente aperta per rafforzare la sicurezza e la privacy di ogni device.

Uno di questi è Zimbra, suite open source dell’omonima azienda finalizzata alla gestione delle email, dell’instant messaging e dei gruppi di lavoro online, disponibile sia in versione gratuita che in modalità abbinata alla vendita commerciale.

Il marchio è presente anche nel nostro paese grazie a Zimbra Italia e si sta dando da fare in modo capillare per allargare la sua penetrazione nel Mercato di riferimento.

A tal proposito abbiamo intervistato Olivier Thierry, CMO del gruppo che ha voluto spiegare a tutti i potenziali utenti quali sono i grandi vantaggi dell’utilizzo di un software a sorgente aperto come questo per ciò che riguarda gli aspetti legati alla privacy e alla sicurezza.

 

Gent. Dr. Thierry, quali sono secondo lei i requisiti che una soluzione UCC dovrebbe avere per funzionare al meglio?

Sono quattro le aree che vanno prese in considerazione per ciò che riguarda la sicurezza, e sono:

  • Crittografia
  • Compliance
  • Privacy dei dati
  • Gestione dell’identità personale

Quello che consideriamo un problema enorme è quello della violazione della privacy, basti vedere quello che è successo in Sony a riguardo. Allo stesso tempo, consideriamo la compliance molto importante in settori come la finanza e la sanità, e la crittografia la segue direttamente. Da non scordare infine il valore che il phishing ancora ha per gli hacker: fondamentale in questo senso è avere sempre una grande attenzione nell’identificare con maggiore esattezza possibile da dove provengono realmente le email che riceviamo.

 

Quali sono i vantaggi offerti in questo senso da una soluzione open source rispetto a quelli offerti da una closed-source?

La presenza di una community grande e molto stratificata permette di poter sviluppare patch efficaci in poche ore invece che in pochi giorni: un caso scuola in questo senso è stato la vulnerabilità Heartbleed.

 

Oltre a questi vantaggi, cosa altro dovrebbe offrire una soluzione Ucc?

Oltre a quel che già ho detto, gli altri bisogno generali dell’utenza sono quelli legati al business, mi viene ad esempio in mente il supporto alla mobility.

 

Insomma, avete capito tutti quanto è utile questo tipo di servizio, no? Andate a dare uno sguardo sul loro sito se non ci credete, rimarrete senza parole!

 

 

 

 

 

Articoli correlati:

« »