Francesco Ciocci, autore de "Le nuove frontiere del lavoro"Oggi parliamo di lavoro, un tema delicato e sensibile per ogni appassionato professionista del web, che della ricerca del lavoro o, meglio, dei lavori alle sue competenze abbinati ha fatto un vero e proprio mantra di vita.

Occasione per discutere un po’ del tema ce la da il libro Le nuove frontiere del lavoro di Francesco Ciocci, 39enne esperto del mondo della politica che lavora presso il Pontificio Messicano, vero e proprio bignami vivente su temi quali le problematiche del mondo del lavoro, le metodologie per risolverle e tanto altro ancora. Il libro di Francesco ha una parte dedicata al web marketing dove lui spiega la sua visione di questa attività

Ma lasciamo la parola a Francesco, che ha risposto con motivazione alle domande che abbiamo voluto fargli:

 

Salve Francesco! Sappiamo che il tuo libro è stato presentato in Campidoglio, ci puoi spiegare la scelta del luogo brevemente?

La scelta del Campidoglio è avvenuta essendo questo un luogo prestigioso sia per il governo della città di Roma sia per il suo livello culturale, ma anche perché nel mio libro accenno tre cose fondamentali che in questa epoca abbiamo dimenticato, e cioè:

  • che cosa noi pensiamo della persona sia in ambito sociale che lavorativo;
  • l’accoglienza di una persona con un’altra cultura che porta la sua richezza;
  • la famiglia di un paese latinoamericano che ti accoglie nella sua famiglia trasmettendo i propri valori, quindi mettersi in comunione.

 

Pensi di rifare il libro e, se sì, come sarà il prossimo libro e con quali contenuti?

Sì, ci sto lavorando. Il mio desiderio è di sviluppare altri 5 capitoli, e cioè:

  • analisi persona umana sia dal punto di vista sociale che lavorativo;
  • il lavoro visto a livello politico;
  • l’ambito sociale (quindi i disabili, i carcerati e via dicendo);
  • il mondo della Confidustria;
  • l’emigrazione.

 

Durante la nostra intervista ho potuto notare che parli spesso della persona ma hai anche citato delle categorie sociali che stanno ai margini. Qual’è il messaggio che vuoi mandare, e perché qualcuno dovrebbe comprare il tuo libro?

Il messaggio che desidero mandare già dal principio della Storia l’uomo non è nato per essere solo ma per integrarsi con le realtà del creato. Lo possiamo anche vedere dai moltissimi appelli che Papa Francesco rivolge costantemente. In sintesi bisogna ritornare a quelle antiche tradizioni dei nostri padri fondatori.
Direi di acquistare questo mio umile lavoro perché è un’esperienza personale, ma anche per incoraggiare la persona qualora si trovasse per motivi di cambiamento di Paese a dover accettare qualsiasi tipo d’impego per raggiungere quello desiderato.

 

Grazie molte Francesco per la tua intervista!
Chi vuole può contattare Francesco su Facebook oppure comprare il suo libro su Mondadori Store.

Articoli correlati:

« »