Internet festeggia oggi i 20 anni dalla sua creazione, e la città di Roma ha voluto essere il luogo dove sviluppare questa festa denominata Happy Birthday Web, nella splendida cornice dei locali siti a Piazza di Pietra, all’interno della Sala del Tempio di Adriano .

Ospite d’eccezione per l’evento: Tim Berners Lee, che per chi non lo sapesse è unanimemente riconosciuto insieme a Robert Cailliau come il padre del World Wide Web.

Per leggere le parole di Tim, consiglio di farsi un giro su GQ dove vengono rappresentate benissimo.

Ciò che invece vorrei analizzare è la platea, sostanzialmente divisa in alcuni settori ben precisi e distinguibili.

A livello Macro:

– La sala non era vuota, ma non era piena come altre volte. Segno forse che eventi di questo tipo, se non suffragati da qualcosa di realmente pratico, stanno iniziando a stancare? Il tempo lo saprà dire.

– La presenza in sala era piuttosto variegata, con una forte tendenza alla partecipazione da parte di ragazzi giovani, probabilmente studenti universitari come target di età.

– Pochi i politici presenti, quasi esclusivamente di area di centro-sinistra; stesso dicasi per i professionisti di alto livello, anche qui in numero non elevatissimo. Ancora meno gli industriali.

 

A livello Micro, qualche nome nel solito rigoroso ordine alfabetico:

Alessandro Nasini ;

Brunetto Tini, imprenditore nella Capitale e sponsor dell’evento con il suo Polo Tecnologico ;

Massimo Melica, sicuramente uno dei migliori esperti di Diritto sulle Nuove Tecnologie Informatiche presenti in Italia;

Mauro Lupi, grande esperto di Web a tutti i livelli;

Nicola Mattina, consulente di direzione nel settore della comunicazione d’impresa;

Paola Santoro, leader delle GGD di Roma;

Politici: Giovanna Melandri, Paolo Gentiloni, Vincenzo Vita

Ah, assolutamente da non dimenticare: miglior speaker della mattinata senza ombra di dubbio la sempre ottima Layla Pavone di Iab Italia.

 

« »