Nativi digitali, giovani e social

Quali sono i comportamenti dei giovani di oggi relativamente all’uso delle nuove tecnologie e dei nuovi media?

Non posso credere che nessuno di voi si sia mai fatto questa domanda, domanda che ad esempio mi sono posto sovente ipotizzando diverse risposte, nessuna logicamente suffragata da dati certi.

A supporto di questi pensieri ci viene un’interessantissimo studio sui modi di fare dei giovani presente nella relazione annuale del Garante per l’Infanza e l’Adolescenza. I dati riguardo i nostri famosi nativi digitali sono abbastanza chiari nel mostrare come ormai quella che era una barriera oggettiva, cioè l’accesso ad internet, è stata superata da moltissimi di loro: il 68,3% dei giovani tra i 6 e i 17 anni ha infatti usato internet, in un rapporto che è tanto maggiore quanto cresce l’età anagrafica degli stessi. Questo si manifesta fortemente tra gli adolescenti, dei quali il 90,4% ha navigato in Rete tra i 14 e i 17 anni.

Questi stessi utenti poi si dividono tra utenti forti, una maggioranza che lo usa tutti i giorni pari al 36,4%, utente deboli, una minoranza che ne fa uso qualche volta a settimana pari al 25,7%, e utenti sporadici, pochi che lo utilizza raramente pari al 6,1%. Il resto sono da considerarsi giovani che non fanno uso di internet.

Questa analisi mostra quindi in modo chiaro come internet sia diventato lo strumento per eccellenza quando si parla di interazione sociale tra i giovani. L’invio e la ricezione di email è usato dal 47% di loro, l’uso di chat, forum di discussione e blog di vario tipo dal 52,6%, l’invio di di semplici messaggi dal 53,1% e infine la partecipazione al mondo dei social network quali ad esempio Facebook e Twitter dal 57,8%.

Insomma, sembra che l’amore tra i giovani e il mondo social sia in crescita: se avete bambini o figli adolescenti, cercate di interagire con loro e con il loro mondo per poter capire sempre di più quelli che sono i loro desideri e stili di vita … ci siamo capiti?

 

 

 

 

« »