#TIMEHACK, Talent Time di BIC Lazio e Regione Lazio

Ultimamente gli hackathon sono diventati la mia passione: se ben organizzati permettono di scoprire cose nuove, conoscere persone interessanti e fare tante, nuove amicizie.

Ed è proprio seguendo questa logica che mi sono fatto avanti oggi per partecipare a #TIMEHACK, hackathon organizzato da Talent Time sotto le ali di BIC Lazio e della Regione Lazio.

Date dell’evento a partire dalle 17.00 del 24 luglio 2015 fino alla cena di domani, 25 luglio 2015 nella sede del BIC Lazio appositamente organizzata per permettere ai partecipanti di poter dare il meglio di se.

Tema della sfida:

Costruire un sistema di gestione di spazi di co-progettazione e di matchmaking.

In estrema sintesi, quindi, creare un software o un’applicazione capace di controllare e dirigere l’out e l’in di qualsiasi utente e di permettere una mappatura completa delle competenze lì presenti.

Per i vincitori in palio:
– 1° gruppo classificato1000 euro + incubazione gratis di 6 mesi al BIC Lazio per poter sviluppare il progetto creato;
– premio speciale EBN2 giorni di mentoring presso l’incubatore europeo JIC di Brno in Repubblica Ceca;
– Menzione speciale BIZ4eye: attivazione del programma Erasmus per Giovani Imprenditori in un’impresa europea;
– Premi Stamplay per i primi 3 classificati: accesso gratuito per 6 o 9 mesi ai piani plus e premiumwebinar tecnico e review architetturale al fine di sviluppare una web app.

Partner del progetto:
– EBN – Programma ACE;
– JIC BRNO;
– Roma Makers;
Social Media Team;
Stamplay;
StartupItalia;
Startuplauncher.

Beh, dopo alcune ore insieme ai partecipanti alla sfida, circa 25 persone, devo fare i complimenti agli organizzatori per una serata davvero speciale e per alcuni particolari che vale certamente la pena di segnalare, e cioè:

– Molto interessanti e divertenti i giochi preliminari alla formazione dei team di lavoro: hanno permesso ai ragazzi, anche a quelli arrivati da soli, di poter fare gruppo in modo semplice e veloce;
– Fantastica la presenza di una nutrita colonia di giovani provenienti da svariate nazioni: fare gruppo con persone della Nuova Zelanda, della Giordania e del Bangladesh non ha prezzo e aggiunge un forte valore aggiunto all’hackathon;
Last but not least, ottimo il supporto alle 24h in termini di food & beverage proprio per la semplicità dei prodotti che aiuta a valorizzare il lavoro dei partecipanti.

Ed ecco l’opinione dei ragazzi ad una semplice, quanto intrigante domanda posta loro:

Domanda: Ragazzi, perchè oggi siete a #TIMEHACK?

Edoardo: Perché pensiamo che la nostra soluzione possa dare un contributo vincendo la sfida;

Ascanio: per la voglia di scoprire l’universo Fablab;

Lorenzo: per metterci in gioco;

Patrizia: per il tema dell’evento;

Monica: vedo gente faccio cose.

Appunto, Monica: mi hai appena ricordato che devo salutare due grandi amici presenti alla serata, uno dei partner Nicola Mattina e il bravo startupper Davide De Luca.

In bocca al lupo ragazzi, e che vinca il team migliore!

P.S.
Mi è arrivata pochi minuti fa la notizia che il progetto vincitore dell’hackton è Pocket Badge, e il che lo compone è formato da Davide De Luca (amico mio ma sei sempre sul pezzo!!!), Edoardo Vallebella, Alessandro Francia e Lachlan Kermode. Complimenti ragazzi!!!

Articoli correlati:

« »