Il futuro della programmazione vede in maniera sempre crescente attivi esperti provenienti da tutto il mondo, a riprova del fatto che la globalizzazione, quando ben applicata, non può portare altro che dei benefici ad ogni cultura proiettata verso il futuro.

La prova di questo è Alfred, sistema di web scraping che rende possibile estrarre dati in maniera facile e veloce. Nel progetto in questione menti italiane e cinesi si fondono a dare origine ad un prodotto unico nel suo genere, che mira a diventare il primo centro di acquisizione ed aggregazione per ciò che riguarda i Big Data di tutto il mondo.

Ma sentiamo direttamente dalla voce di Lorenzo Luce, Founder del progetto, in cosa si articola l’iniziativa:

 

Cos’è Alfred e perché avete vinto il contest “Startup in Action” di Codemotion Roma 2014?

Alfred è un sistema di web scraping scalabile, che permette un’estrazione di dati massiva e rapida dal web. I nostri utenti, tramite il nostro portale alfredata.com, possono creare API di qualsiasi sito, ed ottenere tramite esse qualunque informazione desiderino. Il tutto senza competenze tecniche, ed in pochi secondi. Abbiamo vinto il contest per startup di Codemotion Roma 2014 perché lo scraping è effettuato da migliaia di developers e di aziende (da startup a multinazionali), per i motivi più diversi, dallo sviluppo di mobile app, ai portali web che aggregano e confrontano prodotti e servizi, passando per le analisi e le ricerche di mercato. Un’esigenza crescente che siamo pronti a cogliere.

 

È raro trovare startup con un team così eterogeneo! Come mai?

In effetti è un team particolare: Alfred nasce da un progetto di ricerca universitaria decennale, di cui Paolo Merialdo e Valter Crescenzi, professori di Ingegneria Informatica, sono i fautori. Quando Disheng Qiu ed io abbiamo iniziato a lavorare al progetto, ci siamo resi conto delle sue potenzialità imprenditoriali, ed abbiamo così iniziato questa avventura. Oltre a noi 4 co-founder, il nostro entusiasmo ha coinvolto altri 3 ragazzi, Xinjie Wang, grafica ed esperta di user experience, Andrea Valenzi, sviluppatore, e Martina Ancona, economista.

 

Quali sono le prossime sfide?

La nostra vision è fare di Alfred il primo centro di acquisizione ed aggregazione di Big Data dal web. Fra qualche giorno rilasceremo la beta privata, dando un accesso a chiunque sia interessato a sperimentare il servizio. Per settembre saremo in beta pubblica e a fine anno rilasceremo la prima release ufficiale, e per allora organizzeremo due Hackaton, uno sullo sviluppo di mobile app e uno sull’open data, due grandi possibilità offerte dall’estrazione dati.

 

 

Trovate Alfred su Facebook e su Twitter.

Pronti a buttarvi anche voi nell’universo dell’estrazione dei dati?

Articoli correlati:

« »